Da un paradiso all'altro: chi trascorre qualche giorno in costiera Amalfitana non può perdere l’occasione di visitare la magica isola di Capri.


Durata
8 ore

Disponible
Tutti i giorni

Piccoli Gruppi

Pick up
Penisola Sorrentina

Partenza
8.30

Un tour dalle sfumature d’azzurro che vi regalerà una giornata in barca indimenticabile in cui poter nuotare, fare snorkeling, prendere il sole, rilassarvi con aperitivi e buona musica a bordo mentre le bellezze naturali dell’isola scorrono dinanzi ai vostri occhi. Visitate, poi, l’isola via terra con una sosta di circa 4 ore e vivete al meglio la vostra esperienza.

Programma del tour

  • Pick-up alle 8.30 al meeting point presso Piazza Flavio Gioia (Amalfi) e trasferimento in bus al porto di Piano di Sorrento.
  • Partenza per Capri con navigazione lungo la costa di Sorrento. Durante il tragitto potrete ammirare: l’antico villaggio dei pescatori di “Marina Grande”, i resti di una villa romana presso i “Bagni della Regina Giovanna”, la cascata naturale che sgorga dalla roccia, ed altre attrazioni presenti lungo la costa.
  • Arrivo a Capri e giro dell’isola in barca con fermate per visitare la Grotta Meravigliosa, la Grotta Bianca, la Grotta Verde e la Grotta Azzurra*; lungo il tragitto potrete osservare l’Arco Naturale, la villa di Curzio Malaparte, i Faraglioni e il faro di Punta Carena.
  • Previste un paio di soste con tempo libero per nuotare e fare snorkeling, nonché una pausa rilassante con stuzzichini e bevande offerti a bordo.
  • Sosta dalle 3 alle 5 ore per visitare l’isola.
  • Partenza da Capri per Sorrento e degustazione di limoncello.
  • Rientro al porto di Piano di Sorrento e trasferimento in bus al meeting point presso Piazza Flavio Gioia (Amalfi)

*Il biglietto per la Grotta Azzurra non è incluso nel prezzo. Si prega di notare che per consentirci di rispettare tutte le tappe del tour consigliato, la sosta per visitare la Grotta Azzurra sarà al massimo di 30 minuti, condizioni meteo marine permettendo.

Il prezzo include: Trasferimento per/da Amalfi – Skipper professionale – Stuzzichini – Bevande alcoliche e analcoliche – Attrezzatura per snorkeling.

Da non dimenticare: costume da bagno – telo mare – crema solare – cappellino da sole – fotocamera – passaporto.

Massimo: 12 persone a bordo.

Immetti il nome dell'hotel. Ti contatteremo prima del tour per confermare l'ora e il luogo di prelievo. Se non hai prenotato l'hotel o vivi in zona, aggiungi questa informazione nel campo "Note".

Per saperne di più sul tuo giro in barca...

L’Isola di Capri si trova nel Golfo di Napoli, a poche miglia di mare da Sorrento e dalla Costiera Amalfitana. L’Isola è grande 10 km quadrati e si divide in due comuni: Capri ed Anacapri. Il centro di Capri si sviluppa intorno alla Piazzetta, a circa 150 metri sul livello del mare. Anacapri invece si trova più in alto, a 275 metri sul livello del mare. Ci sono poi due località direttamente sul mare: Marina Grande (dove si trova il Porto) e Marina Piccola (sul versante opposto al Porto, dove si trovano i Faraglioni). Per arrivare dal Porto di Marina Grande al centro di Capri il mezzo più comodo e veloce è la funicolare: la biglietteria si trova sulla destra del molo di arrivo degli aliscafi. Invece per arrivare da Marina Grande direttamente ad Anacapri bisogna prendere l’autobus dal Porto.
Una volta sbarcati al Porto di Marina Grande, si prende la funicolare e si arriva direttamente alla famosa Piazzetta di Capri anche detta “salotto del mondo”: centro della vita mondana locale. Da qui c’è l’imbarazzo della scelta: si può scendere per Corso Vittorio Emanuele e proseguire per Via Camerelle per godersi un pò di shopping o semplicemente guardare le vetrine dei maggiori brand di lusso al mondo. Per i più curiosi si può far visita al Centro Caprese Ignazio Cerio (proprio dietro alla Piazzetta) per avere notizie sulla storia antica di Capri. Sempre a piedi si può fare un giro piacevole attraverso il caratteristico quartiere medievale di Sant’Anna per poi arrivare alla Certosa di San Giacomo, il gioiello medioevale di Capri.
La leggenda racconta che nel 1380 il padre priore della Certosa di San Giacomo a Capri, preparò una raccolta dei fiori più belli dell’Isola di Capri per donarli alla Regina Giovanna d’Angiò. Lasciati tre giorni nella stessa acqua il priore si accorse che l’acqua aveva acquistato una fragranza mai sentita . Si rivolse, quindi, ad un confratello esperto di alchimia che determinò l’origine di quel profumo: “Garofilium silvestre caprese” e nacque proprio così il primo profumo di Capri. Sempre la leggenda racconta che, secoli dopo attorno agli anni ‘50, il priore della Certosa ritrovò le vecchie formule dei profumi e, ottenuto il consenso papale, le rivelò ad un chimico piemontese. Grazie a quel prezioso tesoro di conoscenze antiche, il chimico creò il più piccolo laboratorio di profumeria del mondo e decise di chiamarlo “Carthusia”, cioè Certosa. Ciò che è importante sottolineare è che negli anni tutte le fasi della lavorazione non sono state meccanizzate, poiché la realizzazione a mano garantisce la scrupolosa osservanza dei metodi artigianali. Il legame di Carthusia con Capri è indissolubile ed il fatto che tutti i suoi prodotti siano frutto dello studio paziente di materie prime provenienti esclusivamente da quello che la natura caprese produce ne è la prova indiscussa. La stessa icona simbolo di Carthusia, la sirena floreale (una donna che sprigiona miriadi di fiori colorati), richiama le figure mitologiche cui Capri è legata dalla tradizione classica.
Un’altra tappa “obbligata” a Capri sono sicuramente i Giardini di Augusto, da cui si possono ammirare da lontano i Faraglioni. I Giardini di Augusto sono costituiti da una serie di terrazze di fiorite affacciate da un lato sui Faraglioni di Capri, dall’altro sulla Baia di Marina Piccola e i tornanti di Via Krupp. Nei primi anni del ‘900 l’industriale tedesco Friedrich Alfred Krupp era solito passare le sue vacanze estive a Capri. Krupp, appassionato di biologia marina, attraccava con il suo panfilo a Marina Piccola, ma trovava scomodo raggiungere la sua suite al Quisisana. Per questo motivo commissionò all’ingegnere Emilio Mayer una strada che da Marina Piccola si inerpicasse fino alla zona della Certosa di San Giacomo e dei Giardini di Augusto. L’ingegnere tagliò la roccia a vivo e, superando un dislivello di circa 100 metri, costruì una delle più spettacolari strade del mondo: una serie di tornanti così stretti da sembrare sovrapposti. Attualmente purtroppo via Krupp è chiusa per il pericolo di caduta massi ed è quindi possibile ammirarla solo dall’alto dei Giardini di Augusto.
L’Imperatore Tiberio si trasferì a Capri scappando dalla frenesia dell’antica Roma e fece costruire ben 12 ville, ma la principale era Villa Jovis, costruita nel I sec. d.C. sull’estremo promontorio est dell’Isola. Estesa su un’area di circa 7000 metri quadri domina l’intero promontorio di Monte Tiberio. La vista dal lato nord della Villa abbraccia buona parte del Golfo di Napoli, spaziando dall’Isola di Ischia fino a Punta Campanella mentre il lato sud si affaccia sul centro di Capri. Le sue caratteristiche architettoniche ricordano quelle delle classiche ville del periodo romano, ma anche quelle di una piccola fortezza . Il percorso che conduce a Villa Jovis dalla Piazzetta di Capri richiede un pò di tempo ed energia ed è quindi consigliabile “spezzare” la passeggiata inserendo due tappe: Parco Astarita, poco conosciuto e con ingresso libero dalla cui ultima terrazza si può godere di una vista davvero spettacolare; e Villa Lysis, bellissima antica residenza costruita dal conte Fersen per il suo esilio a Capri. Visitare Villa Lysis vuol dire andare alla scoperta dei suoi segreti e delle sue meraviglie. Saloni, stucchi, decorazioni, arredi, marmi pregiati: non c’è un solo dettaglio che non abbia una chiara ispirazione! Il risultato è una villa straordinaria arroccata su uno sperone a picco sul mare ed il panorama sulla baia di Marina Grande lascia letteralmente senza fiato.
Il Monte Solaro sorge a 589 metri sul livello del mare ed è il punto più alto e panoramico dell’Isola di Capri. Dalle sue terrazze lo sguardo va dai Faraglioni al centro urbano di Capri, fino a raggiungere la Penisola Sorrentina, le isole de Li Galli e tutto il Golfo di Napoli. Nei giorni di sereno è possibile intravedere persino il Golfo di Salerno. Per raggiungere la vetta del Monte Solaro ci sono due alternative: in seggiovia: la seggiovia parte da Piazza della Vittoria e raggiunge la vetta in 12 minuti; a piedi: il sentiero parte da Piazza della Pace ad Anacapri (alle spalle del cimitero) ed è ovviamente tutto in salita. Il tempo di percorrenza è di circa 1 ora. Dopo esservi riempiti gli occhi di bellezza potete scegliere di scendere con la seggiovia oppure a piedi facendo una piccola deviazione per visitare l’Eremo di Cetrella, originario del XVI secolo. Successivamente alla sosta nell’ Eremo di Cetrella, si può raggiungere il centro di Anacapri scendendo lungo l’antica mulattiera che termina su Viale San Michele in circa 20 minuti.
La Chiesa di Santa Sofia è un gioiello d’arte, sia all’interno che all’esterno. Fu costruita nel 1595 sui resti della Chiesa di San Carlo. La Chiesa fu ristrutturata più volte nel corso dei secoli con l’aggiunta delle cappelle laterali, il campanile ed il presbiterio. Già all’esterno rimarrai stupefatto dalla facciata, che da all’intero edificio un sapore armonico. L’interno è formato da tre navate con quattro cappelle laterali e diversi altari, uno più splendido dell’altro. Continuando la tua visita all’esterno, sul retro della Chiesa in Via Trieste e Trento potrai osservare l’insieme asimmetrico delle cupole come erano un tempo: rustiche. Sempre all’esterno della Chiesa di Santa Sofia si può notare come sia abbracciata dalle panchine maioliche ideate dal maestro ceramista Sergio Rubino: vere e proprie opere d’arte che hanno portato il nome di Capri nel mondo. E’ importante capire che queste panchine maiolicate non sono un semplice oggetto di arredo urbano, ma svolgono una funzione fondamentale: educare. I disegni dipinti a mano sulle mattonelle, infatti, raccontano la storia di Anacapri ricca di tradizioni e simboli: i giochi antichi di un tempo, le feste di paese, la vendemmia, i limoni.

Grotta Azzurra

La Grotta Azzurra è l’attrazione più famosa di Capri: da tutto il mondo accorrono per vederla anche solo per pochi minuti. E’ larga 25 metri e lunga 60 con un ingresso alto meno di un metro, infatti per entrarci bisogna stendersi sul fondo di una barchetta a remi che scivola attraverso il piccolo arco. Dentro ci si ritrova a galleggiare nel buio, su un’acqua così azzurra da sembrare trasparente. Il biglietto d’ingresso si paga esclusivamente in loco al botteghino galleggiante ancorato all’ingresso della grotta (e solo in contanti). Purtroppo in estate si possono formare code di ore per fare questo giro in barca all’interno che dura solo 5 minuti circa. Da evidenziare che la Grotta Azzurra è soggetta a chiusura per via del vento e del mare grosso che rendono impossibile l’ingresso.

Grotta Verde

La Grotta Verde, conosciuta anticamente come Grotta dei Turchi, è situata nel versante meridionale dell’Isola di Capri ed è nota per il colore dell’acqua nel suo interno che, a causa di particolari giochi di luce, assume il colore verde. La Grotta Verde è raggiungibile unicamente via mare. Una curiosità: vicino alla Grotta Verde, andando verso il Faro di Punta Carena, si può ammirare la Grotta dei Santi che prende il suo nome dalla caratteristica forma delle rocce che emergono dal mare all’interno della grotta stessa e che sembrano un insieme di monaci o adoranti inginocchiati in preghiera.

Grotta Bianca e Grotta Meravigliosa

Facendo il giro dell’Isola di Capri in barca si incontrano numerose Grotte tutte da scoprire. Due delle più suggestive sono la Grotta Bianca e la Grotta Meravigliosa, ambedue a poca distanza dal Faraglione di Matermania. Diversamente da altre grotte dell’Isola di Capri, l’apertura della Grotta Meravigliosa non si trova al livello del mare ma ad un’altezza di diversi metri. Una volta al suo interno, si resta affascinati dallo spettacolo di stalattiti e stalagmiti e dalla vista che si può godere sul mare sottostante. L’accesso a questa grotta splendida è possibile da una comoda scaletta con approdo per le barche. La peculiarità della Grotta Meravigliosa è quella di sovrastare un’altra grotta , altrettanto celebre. In basso, infatti, c’è l’apertura della Grotta Bianca, così chiamata per le volute calcaree che letteralmente decorano la sua volta e le sue pareti. Altra sua importante caratteristica è la presenza di una stalagmite somigliante alla Madonna in preghiera. Alla Grotta Bianca si accede solo via mare.
I Faraglioni di Capri sono tre grandi scogli che emergono dal mare, sul fianco sud-occidentale dell’Isola. Il più alto è il Faraglione di Terra o Saetta, poi c’è il Faraglione di Mezzo o Stella separato dal primo dal mare e in cui è presente la famosa cavità al centro (ripresa in molti film e spot televisivi) e infine c’è il Faraglione di Fuori o Scopolo, habitat naturale della famosa lucertola azzurra. Si dice che abbia preso questi colori per mimetizzarsi col mare e col cielo. I Faraglioni per secoli hanno rischiarato le notti senza luna dei marinai: il nome Faraglioni deriva infatti dal greco pharos, che vuol dire faro. In passato su queste rocce venivano accesi dei fuochi per illuminare la rotta delle navi. Una curiosità che non tutti sanno è che esiste un quarto faraglione segreto, chiamato Scoglio del Monacone, che si erge al di dietro dei tre più famosi. Deve il suo nome alla foca monaca che popolava le sue acque fin dal 1904 e pare sia l’unico ad essere stato abitato.

Escursione in barca in Costiera Sorrentina e Capri da Amalfi






[confirm_email* confirm_email-268 class:form-control placeholder "[email protected]"]







[recaptcha size:compact]

Lascia una recensione








€ 135 Adulti

€95 Bambini

In Evidenza:

  • Partenza da Amalfi
  • Garantito tutti i giorni
  • Piccoli gruppi (max 12 persone)
  • Skipper professionale
  • Stuzzichini e bevande incluse
Durata: 8 ore
  • Lingua:

Altri tour in barca scelti dai nostri clienti

cookie icon Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare l'esperienza utente e per fini statistici. Continuando accosenti l'uso dei cookie. Leggi la policy