Le bellezze dell'isola di Capri vi aspettano! Un tour in barca vi mostrerà l'isola dal mare ed un tour guidato vi condurrà alla scoperta di Capri e Anacapri via terra.


Durata
8 ore

Disponible
Mar-Gio-Dom

Piccoli Gruppi

Pick up
Penisola Sorrentina

Partenza
10.30

Un’escursione in barca interamente dedicata alla visita di Capri, per esplorare le infinite meraviglie dell’isola più amata al mondo. Salirete a bordo di una tipica imbarcazione sorrentina con un piccolo gruppo di soli 12 passeggeri e una guida che vi accompagnerà durante tutta la giornata. Scoprirete la costa di Sorrento e l’isola di Capri dal mare, con un suggestivo giro in barca. Un tour guidato, poi, vi condurrà per le strade dell’isola: visiterete sia Anacapri che Capri tra piccole stradine, straordinari panorami e scorci indimenticabili.

Programma del tour in barca Costiera Sorrentina, Capri e Anacapri da Sorrento

  • Pick-up dal vostro albergo e trasferimento al porto di Piano di Sorrento.
  • Partenza per Capri con navigazione lungo la costa di Sorrento. Durante il tragitto potrete ammirare: l’antico villaggio dei pescatori di “Marina Grande”, i resti di una villa romana presso i “Bagni della Regina Giovanna”, la cascata naturale che sgorga dalla roccia, ed altre attrazioni presenti lungo la costa.
  • Arrivo a Capri e giro dell’isola in barca con fermate per visitare la Grotta Meravigliosa, la Grotta Bianca, la Grotta Verde e la Grotta Azzurra*; lungo il tragitto potrete osservare l’Arco Naturale, la villa di Curzio Malaparte, i Faraglioni e il faro di Punta Carena.
  • Previste un paio di soste per nuotare e fare snorkeling, nonché una pausa rilassante con stuzzichini e bevande a bordo.
  • Ormeggio nel porto dell’isola e inizio del tour guidato di Capri e Anacapri con spostamenti in tipiche macchine cabrio e del tempo libero per godersi l’isola.
  • Ritorno al porto di Capri ed incontro con la guida.
  • Partenza da Capri per Sorrento con degustazione di limoncello
  • Rientro al porto di Piano di Sorrento e trasferimento in albergo.

* Per consentirci di rispettare tutte le tappe del tour consigliato, la sosta per visitare la Grotta Azzurra sarà al massimo di 30 minuti, condizioni meteo marine permettendo.

Il prezzo include: Pick-up da/per hotel – Skipper professionale – Stuzzichini – Bevande alcoliche e analcoliche – Attrezzatura per lo snorkeling – Guida turistica autorizzata – Trasferimenti sull’isola in tipiche cabriolet.

Il prezzo non include: Biglietti di ingresso – Pranzo.

Da non dimenticare: Costume da bagno – Telo mare – Crema solare – Cappellino da sole – Fotocamera – Scarpe comode.

Massimo: 12 persone a bordo.

Immetti il nome dell'hotel. Ti contatteremo prima del tour per confermare l'ora e il luogo di prelievo. Se non hai prenotato l'hotel o vivi in zona, aggiungi questa informazione nel campo "Note".

Per saperne di più sul tuo giro in barca...

L’Isola di Capri si trova nel Golfo di Napoli, a poche miglia di mare da Sorrento e dalla Costiera Amalfitana. L’Isola è grande 10 km quadrati e si divide in due comuni: Capri ed Anacapri. Il centro di Capri si sviluppa intorno alla Piazzetta, a circa 150 metri sul livello del mare. Anacapri invece si trova più in alto, a 275 metri sul livello del mare. Ci sono poi due località direttamente sul mare: Marina Grande (dove si trova il Porto) e Marina Piccola (sul versante opposto al Porto, dove si trovano i Faraglioni). Per arrivare dal Porto di Marina Grande al centro di Capri il mezzo più comodo e veloce è la funicolare: la biglietteria si trova sulla destra del molo di arrivo degli aliscafi. Invece per arrivare da Marina Grande direttamente ad Anacapri bisogna prendere l’autobus dal Porto.
Axel Munthe costruì Villa San Michele a Capri e la definì “una casa aperta al sole, al vento e alle voci del mare, come un tempio greco, e luci, luci ovunque”. Il medico svedese scelse il punto più panoramico di Capri per costruire la sua villa: il versante nord-orientale di Anacapri, dove un tempo sorgeva una villa imperiale romana e una cappella medievale dedicata a San Michele. Tra i principali oggetti che è possibile ammirare a Villa San Michele si trovano la testa di Medusa che adornava il tempio di Venere a Roma e la sfinge egizia, che è poi diventata quasi un simbolo di questa dimora e si trova su uno dei punti più panoramici della Villa. Si dice che poggiando la mano sinistra sulla sfinge ed esprimendo un desiderio mentre si ammira il mare di Capri, questo desiderio si avvererà!
Lungo il corso principale di Anacapri spunta all’improvviso un edificio dall’ acceso color vermiglio: è la Casa Rossa, costruita tra il 1886 ed il 1899 dall’ eccentrico colonnello americano John Clay MacKowen. La Casa Rossa è una delle costruzioni più singolari dell’ Isola di Capri e fu, nel tempo, arricchita dallo stesso colonnello con reperti archeologici trovati nelle varie località dell’ Isola. L’impianto architettonico della casa si sviluppa attorno ad una torre a pianta quadrata del XVI secolo, eretta a difesa dell’abitato dalle frequenti incursioni saracene e ora inglobata nella costruzione. La passione per la storia e l’archeologia spinsero MacKowen a creare un’ampia collezione di reperti antichi, un’armeria ed una ricca biblioteca, di cui oggi restano soltanto i frammenti archeologici inglobati nelle pareti del cortile e la colossale scultura del I secolo raffigurante una sacerdotessa.
Appena varcherai l’ingresso della Chiesa di San Michele si apriranno per te le porte del paradiso sulla terra: un paradiso fatto di maioliche e bellezza. La Chiesa di San Michele ad Anacapri domina Piazza San Nicola nel cuore del centro cittadino. Fu costruita tra il 1698 ed il 1719 per volontà di Madre Serafina di Dio. La storia del monumento inizia con una promessa che la religiosa fa a San Michele Arcangelo affinchè Vienna, baluardo della cristianità, venisse liberata dall’assedio dei Turchi infedeli. Quando l’esercito imperiale sconfisse gli ottomani, la suora caprese cominciò a trasformare quella preghiera in realtà. La struttura di questa Chiesa si presenta con una pianta ottagonale a forma di croce greca caratterizzata da due cappelle e quattro nicchie. A sorprenderti sarà l’altare maggiore in stile barocco e rococò, che fu creato in una bottega a Napoli e trasportato sull’Isola con una scialuppa. Riuscì a raggiungere Anacapri dal Porto di Marina Grande grazie ai 921 scalini della Scala Fenicia e alla grande perseveranza di un piccolo mulo. Ma la principale attrazione della Chiesa di San Michele è il pavimento maiolicato dipinto a mano. L’opera rappresenta la cacciata di Adamo ed Eva dal paradiso terrestre. Salendo la scala a chiocciola vicino all’entrata, arriverai nella stanza riservata all’organo, da dove avrai una visione completa, dall’alto, dell’eden con i suoi protagonisti che sembreranno animarsi di vita propria. Ti sentirai come una divinità che osserva da una posizione privilegiata la terra. Ricorda: la pavimentazione non può essere calpestata! Dovrai ammirarla dall’alto oppure camminando sulle passerelle laterali che la circondano.
La Chiesa di Santa Sofia è un gioiello d’arte, sia all’interno che all’esterno. Fu costruita nel 1595 sui resti della Chiesa di San Carlo. La Chiesa fu ristrutturata più volte nel corso dei secoli con l’aggiunta delle cappelle laterali, il campanile ed il presbiterio. Già all’esterno rimarrai stupefatto dalla facciata, che da all’intero edificio un sapore armonico. L’interno è formato da tre navate con quattro cappelle laterali e diversi altari, uno più splendido dell’altro. Continuando la tua visita all’esterno, sul retro della Chiesa in Via Trieste e Trento potrai osservare l’insieme asimmetrico delle cupole come erano un tempo: rustiche. Sempre all’esterno della Chiesa di Santa Sofia si può notare come sia abbracciata dalle panchine maioliche ideate dal maestro ceramista Sergio Rubino: vere e proprie opere d’arte che hanno portato il nome di Capri nel mondo. E’ importante capire che queste panchine maiolicate non sono un semplice oggetto di arredo urbano, ma svolgono una funzione fondamentale: educare. I disegni dipinti a mano sulle mattonelle, infatti, raccontano la storia di Anacapri ricca di tradizioni e simboli: i giochi antichi di un tempo, le feste di paese, la vendemmia, i limoni.
Il Monte Solaro sorge a 589 metri sul livello del mare ed è il punto più alto e panoramico dell’Isola di Capri. Dalle sue terrazze lo sguardo va dai Faraglioni al centro urbano di Capri, fino a raggiungere la Penisola Sorrentina, le isole de Li Galli e tutto il Golfo di Napoli. Nei giorni di sereno è possibile intravedere persino il Golfo di Salerno. Per raggiungere la vetta del Monte Solaro ci sono due alternative: - in seggiovia: la seggiovia parte da Piazza della Vittoria e raggiunge la vetta in 12 minuti; - a piedi: il sentiero parte da Piazza della Pace ad Anacapri (alle spalle del cimitero) ed è ovviamente tutto in salita. Il tempo di percorrenza è di circa 1 ora.
La leggenda racconta che nel 1380 il padre priore della Certosa di San Giacomo a Capri, preparò una raccolta dei fiori più belli dell’isola di Capri per donarli alla Regina Giovanna d’Angiò. Lasciati tre giorni nella stessa acqua il priore si accorse che l’acqua aveva acquistato una fragranza mai sentita . Si rivolse, quindi, ad un confratello esperto di alchimia che determinò l’origine di quel profumo: “Garofilium silvestre caprese” e nacque proprio così il primo profumo di Capri. Sempre la leggenda racconta che, secoli dopo attorno agli anni ‘50, il priore della Certosa ritrovò le vecchie formule dei profumi e, ottenuto il consenso papale, le rivelò ad un chimico piemontese. Grazie a quel prezioso tesoro di conoscenze antiche, il chimico creò il più piccolo laboratorio di profumeria del mondo e decise di chiamarlo “Carthusia”, cioè Certosa. Ciò che è importante sottolineare è che negli anni tutte le fasi della lavorazione non sono state meccanizzate, poiché la realizzazione a mano garantisce la scrupolosa osservanza dei metodi artigianali. Il legame di Carthusia con Capri è indissolubile ed il fatto che tutti i suoi prodotti siano frutto dello studio paziente di materie prime provenienti esclusivamente da quello che la natura caprese produce ne è la prova indiscussa. La stessa icona simbolo di Carthusia, la sirena floreale (una donna che sprigiona miriadi di fiori colorati), richiama le figure mitologiche cui Capri è legata dalla tradizione classica.
Un’altra tappa “obbligata” a Capri sono sicuramente i Giardini di Augusto, da cui si possono ammirare da lontano i Faraglioni. I Giardini di Augusto sono costituiti da una serie di terrazze di fiorite affacciate da un lato sui Faraglioni di Capri, dall’altro sulla Baia di Marina Piccola e i tornanti di Via Krupp. Nei primi anni del ‘900 l’industriale tedesco Friedrich Alfred Krupp era solito passare le sue vacanze estive a Capri. Krupp, appassionato di biologia marina, attraccava con il suo panfilo a Marina Piccola, ma trovava scomodo raggiungere la sua suite al Quisisana. Per questo motivo commissionò all’ingegnere Emilio Mayer una strada che da Marina Piccola si inerpicasse fino alla zona della Certosa di San Giacomo e dei Giardini di Augusto. L’ingegnere tagliò la roccia a vivo e, superando un dislivello di circa 100 metri, costruì una delle più spettacolari strade del mondo: una serie di tornanti così stretti da sembrare sovrapposti. Attualmente purtroppo via Krupp è chiusa per il pericolo di caduta massi ed è quindi possibile ammirarla solo dall’alto dei Giardini di Augusto.

Grotta Azzurra

La Grotta Azzurra è l’attrazione più famosa di Capri: da tutto il mondo accorrono per vederla anche solo per pochi minuti. E’ larga 25 metri e lunga 60 con un ingresso alto meno di un metro, infatti per entrarci bisogna stendersi sul fondo di una barchetta a remi che scivola attraverso il piccolo arco. Dentro ci si ritrova a galleggiare nel buio, su un’acqua così azzurra da sembrare trasparente. Il biglietto d’ingresso si paga esclusivamente in loco al botteghino galleggiante ancorato all’ingresso della grotta (e solo in contanti). Purtroppo in estate si possono formare code di ore per fare questo giro in barca all’interno che dura solo 5 minuti circa. Da evidenziare che la Grotta Azzurra è soggetta a chiusura per via del vento e del mare grosso che rendono impossibile l’ingresso.

Grotta Verde

La Grotta Verde, conosciuta anticamente come Grotta dei Turchi, è situata nel versante meridionale dell’Isola di Capri ed è nota per il colore dell’acqua nel suo interno che, a causa di particolari giochi di luce, assume il colore verde. La Grotta Verde è raggiungibile unicamente via mare.

Grotta Bianca e Grotta Meravigliosa

Diversamente da altre grotte dell’Isola di Capri, l’apertura della Grotta Meravigliosa non si trova al livello del mare ma ad un’altezza di diversi metri. Una volta al suo interno, si resta affascinati dallo spettacolo di stalattiti e stalagmiti e dalla vista che si può godere sul mare sottostante. L’accesso a questa grotta splendida è possibile da una comoda scaletta con approdo per le barche. La peculiarità della Grotta Meravigliosa è quella di sovrastare un’altra grotta , altrettanto celebre. In basso, infatti, c’è l’apertura della Grotta Bianca, così chiamata per le volute calcaree che letteralmente decorano la sua volta e le sue pareti. Altra sua importante caratteristica è la presenza di una stalagmite somigliante alla Madonna in preghiera. Alla Grotta Bianca si accede solo via mare.

Escursione in barca in Costiera Sorrentina, Capri e Anacapri da Sorrento






[confirm_email* confirm_email-268 class:form-control placeholder "[email protected]"]







[recaptcha size:compact]

Lascia una recensione








€ 139 Adulti

In Evidenza:

  • Piccoli gruppi (massimo 12 persone)
  • Trasferimento da/per hotel a orari concordati
  • Skipper professionale
  • Guida autorizzata per la visita di Capri e Anacapri
  • Trasferimenti sull'isola in tipiche cabriolet capresi
Durata: 8 ore
  • Lingua:

5.00

su 1 recensioni
5 stelle
1
4 stelle
0
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stella  
0

Gentilezza, passione, professionalità

Jacklafuria1926
04/2018
5 stelle per questo tour in barca con uno skipper che ci ha illustrato tutte le grotte dell’isola ed inoltre ottimi consigli per il tempo libero trascorso sull’isola. Una garanzia, grazie ancora per la bella giornata trascorsa.

Altri tour in barca scelti dai nostri clienti

cookie icon Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per migliorare l'esperienza utente e per fini statistici. Continuando accosenti l'uso dei cookie. Leggi la policy